Cass., Sez. 3, 5 maggio 2021, n. 11741, Pres. Amendola, Est. Cricenti

FALLIMENTO ED ALTRE PROCEDURE CONCORSUALI - Fallimento - Passivita' fallimentari (accertamento del passivo) - Ammissione al passivo - In genere ammissione al passivo con riserva - Sentenza non ancora passata in giudicato - Applicazione dell’art. 96, comma 2, n. 3, L. fall. - Interpretazione estensiva - Ammissibilità. 

Visualizza il provvedimento
In tema di ammissione al passivo fallimentare con riserva, l'articolo 96, comma 2, n. 3, L. fall. deve essere interpretato estensivamente, in modo da ricomprendere anche i crediti oggetto di accertamento negativo da parte di una sentenza non passata in giudicato e pronunciata prima della dichiarazione di fallimento. (Nella specie, la S.C.: ha accolto l'unico motivo di ricorso del ricorrente, che denunciava violazione della norma anzidetta adducendo che nei casi in cui il fallimento interviene dopo una sentenza di primo grado, non definitiva, ed ancorché negativa, ossia di rigetto della pretesa nei confronti dell'imprenditore fallito, il creditore deve proseguire nell'appello e non già proporre insinuazione al passivo, come da giurisprudenza di questa Corte).

Massima Ufficiale
Riproduzione riservata

art. 93 L. fall.
art. 95 L. fall.
art. 96 L. fall.