Loading…

Cass., Sez. 5, 9 giugno 2023, n. 16415, Pres. Virgilio, Est. D’Aquino

ACCERTAMENTO DEL PASSIVO - Domanda di insinuazione al passivo - Effetti - Interruzione della prescrizione del credito - Durata - Opponibilità al debitore tornato in bonis - Fattispecie in tema di fallimento del contribuente.

Visualizza il provvedimento
La domanda di insinuazione allo stato passivo del fallimento produce l'effetto dell'interruzione della prescrizione del credito, con effetti permanenti dalla proposizione della domanda fino alla chiusura della procedura concorsuale, i quali effetti possono essere fatti valere anche nei confronti del debitore tornato in bonis, con decorrenza di un nuovo periodo prescrizionale dalla chiusura della medesima procedura. (Affermando tale principio, la S.C. ha cassato la decisione di merito che, in caso di fallimento del contribuente, aveva ritenuto prescritta la pretesa erariale esercitata nei confronti del fallito una volta che questi, con la chiusura della procedura concorsuale, era ritornato in bonis). 

Massima Ufficiale
Riproduzione riservata

art. 2945 c.c.
art. 94 L. fall.
art. 120 L. fall.
art. 20 D. Lgs. 472/1997