Loading…

Trib. Avellino, 23 settembre 2021, Pres. Iandiorio, Est. Russolillo

CONCORDATO PREVENTIVO – Procedura competitiva avente ad oggetto contratto di affitto di azienda con clausola di risoluzione facoltativa del contratto in caso di aggiudicazione ad un terzo – Potere del tribunale di escludere la clausola in quanto di ostacolo alla competitività – Sussistenza.

Visualizza il provvedimento
La procedura competitiva ex art. 163 bis L. fall., è regolata da disposizioni inderogabili (fonte eteronoma) che impongono di strutturare il bando di gara in termini anche difformi rispetto alle previsioni del piano e agli accordi già intervenuti ex ante (fonte autonoma) se queste ultime rappresentino un impedimento all’effettiva competitività, ragion per cui, quando l’azienda sia stata anteriormente concessa in godimento ad un soggetto terzo già individuato dalla società concordataria, il bando di gara per offerte concorrenti può ben prevedere, in deroga a quanto pattuito dalle parti, la caducazione non già facoltativa, ma automatica del contratto d’affitto in caso di aggiudicazione dell’azienda ad un terzo.
Riproduzione riservata

art. 163 bis L. fall.