Loading…

Trib. Roma, 3 febbraio 2022, Est. Ceccarini

COMPOSIZIONE NEGOZIATA – Misure protettive – Creditore istante il fallimento e massa indistinta dei creditori – Legittimazione passiva nel procedimento ex art. 7 D.L. n. 118/2021 – Esclusione – Creditori individuati dal debitore – Legittimazione – Sussistenza – Conseguenze.

Visualizza il provvedimento
In tema di composizione negoziata, nel procedimento per la conferma delle misure protettive ex art 7 D.L. n. 118/2021, non sono legittimati passivi, né il creditore istante il fallimento – che invero sconta un divieto ex lege di pronuncia della relativa declaratoria –, né l’intera massa dei creditori astrattamente in grado di promuovere azioni esecutive nei confronti del debitore; legittimati passivi sono, per converso, i soli creditori specificamente individuati dal ricorrente e concretamente limitati dalle misure richieste, ferma restando la possibilità di tutti gli altri di acquisire nuovi diritti di prelazione e di avviare nuove iniziative esecutive in costanza di percorso di composizione.    
Riproduzione riservata

art. 6 D.L. n. 118/2021
art. 7 D.L. n. 118/2021