Loading…

Trib. Avellino, 5 ottobre 2021, Pres. Iandiorio, Est. Russolillo

PROCEDIMENTO PER DICHIARAZIONE DI FALLIMENTO – Fallibilità dell’imprenditore cancellato dal registro delle imprese – Prova della cessazione dell’attività imprenditoriale – Prosecuzione dell’attività di impresa tramite costituzione di una nuova società – idoneità del superamento della presunzione di cessazione dell’attività – Condizioni.

Visualizza il provvedimento
La prosecuzione dell’attività di impresa tramite costituzione di una nuova società può rappresentare circostanza idonea al superamento della presunzione di cui all’art. 10 L. fall., ma a condizione che l’imprenditore abbia continuato “in proprio” l'attività commerciale, compiendo operazioni “intrinsecamente identiche a quelle proprie dell’attività imprenditoriale” precedente (Cass, 19 aprile 1983, n. 2676), sicché occorre la dimostrazione dell’assenza di ogni reale dicotomia fra le figure coinvolte in apparente successione nello svolgimento dell’impresa, l’imprenditore individuale cessato e il soggetto societario utilizzato quale schermo per la prosecuzione dell’attività e solo formalmente intestatario della stessa.
Riproduzione riservata

art. 10, comma 2, L. fall.