Loading…

Trib. Gela, 29 dicembre 2021, Est. Sgroi

SOVRAINDEBITAMENTO – Proposta di accordo con i creditori – Mancato raggiungimento della maggioranza previsa dall’art. 11, comma 2, L. 3/2012 – Conversione in procedura di liquidazione del patrimonio – Necessità di espressa richiesta del debitore – Sussistenza.

Visualizza il provvedimento
In caso di non omologabilità della proposta di accordo per mancato raggiungimento della maggioranza, l’apertura della diversa procedura di liquidazione del patrimonio ex art. 14 ter ss. L. 3/2012 presuppone necessariamente l’espressa formulazione della relativa domanda da parte del debitore (ammissibile anche dopo la votazione, come chiarito da Corte Cost. n. 61/2021), non essendo a tal fine sufficiente una richiesta da parte dell’O.C.C., e non vertendosi in uno dei casi in cui è possibile disporre la conversione della procedura ai sensi dell’art. 14 quater della medesima legge. 
Riproduzione riservata

art. 14 quater L. 3/2012